Paola Ceretta

Paola Ceretta si è laureata in Filosofia Estetica con una tesi sulla paura, perché da sempre affascinata dal lato oscuro delle vicende umane. Infatti, già a 1 anno raccontava la favola di Capuccetto Rosso. Avendo imparato prima a parlare che a camminare, è apparso subito chiaro che il mestiere giusto era quello di raccontare storie: come giornalista, come blogger e come scrittrice.
Appassionata di storia degli anni di piombo, il suo chiodo fisso è la strage di piazza Fontana, si occupa, soprattutto, di cronaca nera e inchieste ma non disdegna incursioni nel 'costume' e in 'cultura e spettacolo'.
Ha pubblicato diversi racconti noir perché è troppo pigra per scrivere un romanzo.
Ha un blog di cucina in cui spiega come si possono preparare deliziosi manicaretti senza fornelli.
Ha girato un documentario sulla vita di un partigiano milanese e ora vorrebbe cimentarsi in un film, ma il suo sogno nel cassetto rimane quello di suonare Born to run con Bruce Springsteen.