Paolo Cola

“Potresti diventare ciò che vuoi”, gli disse il padre all’indomani della laurea in Scienze Politiche, “se solo accettassi il fatto che scrivi meglio di Snoopy e che, dei due, sei tu quello che esiste. E che ha bisogno di proteine”. Paolo non sa esattamente cosa sia stato a spingerlo a prestargli ascolto: se la consapevolezza che il bracchetto sognatore della sua infanzia fosse solo il sogno di un altro uomo, non meno bisognoso di nutrimento di quanto non lo sia lui; oppure il forcone da pagliaio che il padre allegò al discorsetto motivazionale. Fatto sta che da allora, abbandonata l’ambizione di poter vivere la vita di qualcun altro provvisto di un’aliquota inferiore, Paolo scrive. Per diletto o per necessità, ma scrive. Da Datasport a STATS, dalla radio al web, passando per un’infinità di esperienze non tutte riportabili in questa sede, dal novembre 2012 fa parte del team di Leonardo.it e questo è tutto ciò che ha da dire a sua discolpa, Vostro Onore.